R+ REGIONE ABRUZZO

245° anni della Guardia di Finanza. Attività capillare tra mafie, gioco d'azzardo, evasione usura, illeciti Sagra della Porchetta

REGIONE ABRUZZO Giovedì 27 Giugno 2019

245° anni della Guardia di Finanza. Attività capillare tra mafie, gioco d'azzardo, evasione usura, illeciti


Celebrata stamattina a Pecara nella Caserma Parete, il 245° Anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza. Nell'occasione è stato presentato il bilancio dell'ultimo anno di attività, da giugno 2018 a maggio 2019 nei comparti terrestre e aeronavale. Evasione fiscale internazionale, frodi carosello, indebite compensazioni e traffici illeciti di prodotti petroliferi si confermano al centro dell’attenzione operativa della Guardia di Finanza.

Le linee d’azione dei Reparti della Guardia di Finanza pescaresi sono state incentrate sull’incremento della qualità dei controlli e sull’accurata selezione dei soggetti da sottoporre ad accertamento.

Le indagini tributarie, con 264 interventi , hanno fatto emergere un totale di oltre 11 milioni di euro di IVA evasa.  In tale ambito, nella provincia sono stati “scovati” 51 evasori totali, persone del tutto sconosciute al fisco.

Tra i grandi evasori ci sono anche coloro che si avvalgono delle fatture false, nelle frodi cosiddette “carosello”, quelli che costituiscono crediti IVA fittizi o che ottengono indebite compensazioni di imposte e contributi: sono 16 i casi di frodi all’IVA scoperti nel territorio pescarese che hanno comportato la denuncia di nr. 23 responsabili ed una maggiore imposta constatata ai fini dell’IVA superiore a 5 milioni di euro.

Sono 91 i soggetti denunciati per reati fiscali in un anno di attività. I sequestri per equivalente di disponibilità patrimoniali e finanziarie, eseguiti nei confronti dei responsabili di frodi fiscali, ammontano a circa 3 milioni euro, cui si aggiungono le ulteriori proposte di sequestro già avanzate, per oltre 20 milioni di euro.

Nello stesso periodo, sono stati verbalizzati 30 datori di lavoro per aver impiegato n. 60 lavoratori in “nero” e irregolari.

Nel settore delle accise, le Fiamme Gialle pescaresi hanno effettuato 16 interventi, che hanno portato al sequestro di oltre 23 mila kg di prodotti energetici oggetto di frode e tributi evasi per oltre 17 mila euro

Nel comparto del gioco e delle scommesse, sono stati eseguiti 42 controlli, di cui 11 sono risultati irregolari, con 75 soggetti verbalizzati, di cui 11 denunciati. Per quanto riguarda il contrasto agli illeciti nell'ambito della Spesa Pubblica un dato interessante è quello relativo ai finanziamenti e contributi pubblici la Guardia di Finanza di Pescara ha scoperto frodi in danno del bilancio nazionale e comunitario per un importo pari a quasi 77 milioni di euro, più del 83% dei contributi totali controllati, pari a quasi 92 milioni di euro, con denuncia di n. 11 soggetti, mentre le richieste di sequestro in corso ammontano ad oltre 5 milioni di euro.

E ancora l’aggressione patrimoniale alla criminalità organizzata ed alle sue proiezioni sul sistema produttivo rappresenta, insieme alla tutela delle entrate e delle uscite, un obiettivo di primario interesse strategico per la Guardia di Finanza, alla luce delle sue specifiche competenze in materia economico-finanziaria. In provincia di Pescara, negli ultimi dodici mesi, la Guardia di Finanza ha quindi svolto indagini patrimoniali contro la criminalità organizzata (le cc.dd. “mafie”), con l’intento di privare la stessa delle risorse finanziarie e patrimoniali - proventi di reato - necessarie al sostentamento, in applicazione della normativa in materia di misure di prevenzione antimafia; 

 

Commenta la notizia

Radiosanit

Oggi su R+News

R+Adv
Abruzzo Restauri
De Gabrielis