A Teramo il consumo degli alcolici solo dopo mezzanotte solo nei locali o nelle immediate vicinanze

POLITICA / TERAMO Sabato 27 Giugno 2020

A Teramo il consumo degli alcolici solo dopo mezzanotte solo nei locali o nelle immediate vicinanze

Il Sindaco di Teramo ha emanato una Ordinanza (pubblicata all'Albo Pretorio on-line del Comune) contenente disposizioni connesse alla protezione dalla diffusione dell'epidemia. Nell'Atto, in sintesi, si dispone quanto segue.
ATTIVITA' COMMERCIALI
Tutte le attività commerciali, artigianali e produttive ammesse alla riapertura ai sensi delle disposizioni nazionali e/o regionali, possono rimanere aperte sette giorni su sette, nel rispetto delle seguenti fasce orarie di apertura al pubblico:
a)    attività di somministrazione di alimenti e bevande: dalle ore 5:00 alle 2:00;
b)    attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche (posteggi isolati e commercio itinerante): dalle ore 6:00 alle ore 24:00;
c)    tutte le altre attività artigianali e commerciali al dettaglio: dalle ore 7:00 alle ore 21:00;

CONSUMO DI ALCOOLICI
Il consumo degli alcolici nei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande è consentito dalle ore 0:00 alle ore 2:00 esclusivamente all’interno dei locali, nei rispettivi dehors e nelle immediate vicinanze;
dalle ore 0:00 e sino a chiusura non è consentito l’uso di vetro per la somministrazione di bevande di qualsiasi specie alcooliche e non alcooliche.

MERCATI
Le attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche che effettuano attività di vendita per il settore alimentare e non alimentare, devono rispettare le seguenti fasce orarie di apertura al pubblico:
- mercato settimanale di San Nicolò a Tordino: il martedì dalle ore 6:00 alle ore 14:00;
- mercato settimanale di Teramo: il sabato dalle ore 6:00 alle ore 14:00;
- mercato settimanale di Colleatterrato: il giovedì dalle ore 6:00 alle ore 14:00.
Tutti i mercati settimanali locali e frazionali del territorio comunale, per tutti settori merceologici (alimentari, non alimentari e misti), possono riprendere la loro attività nel rispetto delle prescrizioni di cui al Protocollo di sicurezza per l’esercizio delle attività commerciali su aree pubbliche e delle disposizioni organizzative che saranno impartite dall’Ufficio Commercio.

TRASPORTI
Le aziende che gestiscono servizi di trasporto pubblico locale per il Comune di Teramo devono effettuare interventi straordinari di sanificazione dei mezzi, ripetuti a cadenza ravvicinata.

RACCOMANDAZIONI alla comunità:
mantenere ed assicurare comportamenti responsabili nel rigoroso rispetto delle regole di condotta, delle misure di prevenzione nei rapporti sociali ed economici e delle prescrizioni igienico-sanitarie , ricordando che è vietato ogni genere di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

MISURE IGIENICO-SANITARIE
1. lavarsi spesso le mani;
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. evitare abbracci e strette di mano;
4. mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro;
5. praticare l'igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
6. evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l'attività sportiva;
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

Tutte le pubbliche amministrazioni e, in particolare nelle aree di accesso alle strutture del servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e transito, devono mettere a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per l'igiene delle mani.

Le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o  acquisita, devono evitare  di  uscire dalla  propria  abitazione  o dimora 

Commenta

Oggi su R+News

Radiosanit
Mincarelli
campagna covid
Rasicci Studio Odontoiatrico