Alba Adriatica, al via i controlli in spiaggia sul distanziamento

CRONACA / TERAMO Venerdì 26 Giugno 2020

Alba Adriatica, al via i controlli in spiaggia sul distanziamento

Iniziati da alcuni giorni i controlli da parte del Comando di Polizia Locale sul litorale albense volti al rispetto dell' ordinanza sindacale n. 29 del 22 giugno 2020 che disciplina l'accesso e la fruizione delle spiagge libere nel rispetto delle misure di contenimento del contagio Covid 19.
In particolare i controlli sono stati finalizzati al rispetto delle prescrizioni   previste per il distanziamento sociale che impongono le modalità di posa degli ombrelloni e delle attrezzature da spiaggia, estesi altresì al contrasto dell’abusivismo commerciale.
Rimosse  attrezzature balneari lasciate incustodite in alcuni tratti di spiaggia libera
I controlli proseguiranno durante tutta la stagione balneare. Dal primo luglio, oltre al servizio di salvamento, l'Amministrazione ha previsto la presenza di ulteriori due bagnini  che avranno il compito di diffondere le nuove norme e garantire l'osservanza delle stesse operando un controllo dinamico sui tratti di spiaggia libera.

Il Sindaco Antonietta Casciotti diffonde questa ordinanza:

Con ordinanza n° 29 del 22 giugno il sindaco di Alba ha disciplinato L'ACCESSO E LA FRUIZIONE DELLE SPIAGGE LIBERE nel rispetto delle misure di contenimento del contagio Covid-19
Le disposizioni prevedono che

?l’accesso nei tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera, è consentito dalle ore 06,00 alle ore 21,00;
?l’accesso nei tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera, al di fuori degli orari sopracitati, è consentito limitatamente a quanto disposto dall’art. 4.1. lettera d) dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare n. 10 del 30.05.2020, dell’ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera Giulianova il quale espressamente prevede …..è consentita la sola pesca sportiva con canna da riva al di fuori degli orari di apertura al pubblico degli stabilimenti balneari e comunque in zone non frequentate da bagnanti…”;
?l’accesso nei tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera, al di fuori degli orari sopracitati, è consentito ai mezzi di emergenza, ai mezzi ed operatori deputati alle operazioni di pulizia e manutenzione della spiaggia, ed agli operatori del mare;
?è fatto divieto sui tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera, lasciare oltre il tramonto e comunque dopo che le persone occupanti la postazione abbiano ultimato la permanenza all’interno di tali aree, attrezzature balneari (ombrelloni, attrezzature da spiaggia, (lettini, sdraio, sedie, tende o qualsiasi altra struttura e/o oggetto);
?le attrezzature balneari ed ogni altro oggetto presenti oltre il tramonto sui tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera, verranno rimosse e successivamente distrutte, in quanto ritenute abbandonate su tali aree nonché potenzialmente pericolose per la salute pubblica in quanto potenziali canali di diffusione del contagio da COVID-19.
SI DISPONE ALTRESI’
Che durante la stagione balneare 2020, sui tratti di arenile lungo il litorale di Alba Adriatica destinati a spiaggia libera:
?non è consentito l’accesso in caso di quarantena, in presenza di sintomi influenzali o di temperatura corporea superiore a 37,5°C.;
?è obbligatorio l’utilizzo di mascherine anche all’aperto quando non è possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro
?dovrà essere rispettato il distanziamento di almeno un metro anche in acqua tranne che per i componenti dello stesso nucleo familiare;
?gli ombrelloni dovranno essere posizionati in adiacenza del paletto di riferimento con l’obbligo di rimuovere tutte le attrezzature ogni qualvolta si abbandona lo spazio;
?tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sdraio, teli mare, ecc…) quando non posizionati nel posto ombrellone deve essere garantita la distanza di almeno un metro e mezzo;
?sono vietate le attività ludico/sportive di gruppo che possano dar luogo ad assembramenti.

 

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Radiosanit
Tarquini
Rasicci Studio Odontoiatrico