Altro passo verso la normalità per il trasporto pubblico urbano

ATTUALITA / TERAMO Giovedì 21 Maggio 2020

Altro passo verso la normalità per il trasporto pubblico urbano Lunedì prossimo, 25 Maggio, saranno riattivate altre corse delle linee del trasporto pubblico urbano: la linea 3 e la linea 6. Si passa così, da 168 corse attuali a 211, ma soprattutto si inizia a vedere il ritorno alla normalità. Inviamo il prospetto con le linee che, da lunedì appunto, saranno attive, precisando che quelle in rosso rimarranno ancora ferme. L’assessore Maurizio Verna precisa: “Progressivamente, cercheremo di riattivare tutte le corse, sempre nel rispetto delle disposizioni regionali. Ricordo che all’inizio della pandemia, siamo stati frenati perché bisognava giustamente limitare al massimo i contatti tra le persone ma ora, con la riapertura delle attività commerciali e la ripresa di molte attività lavorative, c'è la necessità di tornare a circolare, sempre rispettado le disposizioni per gli autobus”. A questo proposito ricordiamo che gli utenti non potranno usare il trasporto pubblico se si hanno sintomi di infezioni respiratorie acute quali febbre, tosse e congiuntivite; dovranno acquistare, se possibile, i biglietti tramite SMS al numero 4850304 scrivendo Baltour ed esibendo poi il messaggio ricevuto al controllore; seguire la segnaletica e i percorsi indicati all'interno delle stazioni o alle fermate, mantenendo sempre la distanza di 1 m dalle altre persone; utilizzare le porte di accesso ai mezzi indicate per la salita e la discesa, rispettando sempre la distanza di sicurezza; sedersi solo nei posti consentiti, mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti; evitare di avvicinarsi e chiedere informazioni al conducente; usare mascherine e possibilmente anche i guanti. Una apposita segnaletica è posizionata all’interno dei mezzi per facilitare il rispetto delle norme. “Continuiamo a monitorare la situazione – aggiunge l’assessore Verna – e in base alle esigenze che ci saranno rappresentate dai cittadini, valuteremo le nuove scelte da introdurre”. Per quanto riguarda gli abbonamenti, il Comune dovrà attenersi all’atto che sarà emanato dalla Regione Abruzzo: “ Si prospettano diverse opzioni – conclude l’assessore -: il rimborso, i voucher o lo spostamento della data di scadenza; siamo in attesa delle decisioni e poi le attueremo”.

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Castrucci
Rasicci Studio Odontoiatrico
Radiosanit