Attacco di Sandro Mariani alla Verì e Guerino Testa su emergenza sanitaria e Covid Hospital di Pescara

POLITICA / REGIONE ABRUZZO Giovedì 29 Ottobre 2020

Attacco di Sandro Mariani alla Verì e Guerino Testa su emergenza sanitaria e Covid Hospital di Pescara



“E’ incredibile come, quando si parla di emergenza sanitaria, malagestione della pandemia

e problemi ospedalieri, l’Assessore Verì sembra sempre cadere dalle nuvole, manco fosse

una che passa lì per caso. Peccato che lei sia l’Assessore delegato e quindi la principale

colpevole dello sfacelo in cui versa la sanità abruzzese. Per questo motivo, invece di

accusare le opposizioni di denunciare la cattiva gestione dell’emergenza, dovrebbe solo

dimettersi, lasciando ad altri questo delicato ruolo in un momento di così grande affanno

per l’Abruzzo” dichiara Sandro Mariani, Capogruppo di “Abruzzo in Comune” in Consiglio

Regionale.


“Visto che ha così tanta voglia di smentire alcuni esponenti del centrosinistra la invito

nuovamente a venire in V Commissione Sanità e a dirci, di persona, come stanno

realmente le cose anche perché, ad oggi, non c’è chiarezza sulla comunicazione dei

contagiati giornalieri e dei ricoverati e questo crea grande preoccupazione tra la

popolazione! Sono passati ben tredici giorni da quando ho chiesto alla Commissione di

convocarla, assieme al Presidente Marsilio e al responsabile della sanità abruzzese

D’Amario, per conoscere a che punto si trova il potenziamento della rete ospedaliera

locale e regionale e su quali e quante risorse reali, economiche e ospedaliere, possono

contare i teramani, ma la mia richiesta, chi sa perché, ancora non viene calendarizzata nei

lavori della Commissione!” sottolinea Mariani. “Assessore Verì lei però su una cosa ha

ragione: la gestione dell’emergenza è una cosa seria…smettetela quindi di andare

scappando dai problemi e lavorate seriamente per risolverli!”.


“In merito poi allo sproloquio del Capogruppo di FdI Guerino Testa, che mi risponde

cambiando il senso del mio ragionamento, vorrei rispondergli che non ero d’accordo a

concentrare tutti i posti letto Covid a Pescara! Però dal momento in cui la sua maggioranza

ha adottato questa decisione credo sia una follia che ci siano regole che definiscano che mi risponde

cambiando il senso del mio ragionamento, vorrei rispondergli che non ero d’accordo a

concentrare tutti i posti letto Covid a Pescara! Però dal momento in cui la sua maggioranza

ha adottato questa decisione credo sia una follia che ci siano regole che definiscano un


tetto massimo di posti per ASL! Le dissertazioni sull’appropriatezza dei ricoveri lasciano poi

il tempo che trovano e ritengo vadano lasciate non alla politica, ma al personale medico

impegnato sul campo, tutti i ricoveri infatti sono tali se appropriati!” conclude il

Capogruppo di “Abruzzo in Comune”. “Piuttosto, invece di sentire Testa snocciolare dati

sugli interventi in corso nei vari presidi teramani, ribadisco che sarebbe più interessante, e

logico, sentire riferire nei luoghi deputati, ossia le Commissioni Consiliari, il Presidente

Marsilio e l’Assessore Verì invece di ascoltare la difesa d’ufficio di novelli “azzeccagarbugli”

che rispondono al loro posto! Il tutto, ovviamente, nel silenzio ignavo dei consiglieri e assessore regionale della provincia di Teramo

Commenta

Oggi su R+News

Mincarelli
Tarquini
Rasicci Studio Odontoiatrico
La sirenetta