Bussi, il sindaco: adesso si può davvero pensare alla bonifica

ATTUALITA / CHIETI Sabato 13 Febbraio 2021

Bussi, il sindaco: adesso si può davvero pensare alla bonifica

"Questa ordinanza consente di concludere l'approfondimento istruttorio richiesto dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, di integrare il progetto definitivo con accorgimenti che non costituiscono affatto stravolgimento del medesimo come aveva sostenuto il Ministero, e di procedere alla stipula del contratto di appalto per dare inizio, finalmente, ai lavori di bonifica. La discussione del merito è fissata per il prossimo 13 maggio 2021 ma, nel frattempo, la procedura non deve subire ulteriori arresti, visto anche il quadro gravissimo della propagazione dell'inquinamento rappresentata da Arta nell'ultima relazione depositata agli atti del giudizio". E' quanto dice il sindaco di Bussi sul Tirino Salvatore Lagatta a commento della sentenza del Consiglio di Stato sull'appello proposto dal Ministero dell'Ambiente e che ha rigettato la domanda cautelare incidentale di sospensione della efficacia della sentenza di primo grado.
    "Non è passata la tesi del Ministero in base alla quale avrebbe dovuto essere arrestato l'iter, giudicato legittimo nel primo grado, di perfezionamento del procedimento di bonifica con aggiudicazione dell'appalto per le opere alla Dec Deme e si è, anzi chiarito che Edison deve continuare a porre in essere le opere di messa in sicurezza - continua il sindaco - Il Consiglio di Stato ha così accolto le difese del Comune di Bussi, rappresentato dall'Avv. Annamaria Bello, che unitamente alla Regione Abruzzo e all'aggiudicataria, avevano proposto tre distinti ricorsi di poi riuniti".

Commenta

Oggi su R+News

Mincarelli
Tarquini
La sirenetta