Calcio. Serie C / Che beffa per il Teramo: cade in casa del Potenza al 92'

TERAMO Domenica 13 Ottobre 2019

Calcio. Serie C / Che beffa per il Teramo: cade in casa del Potenza al 92'

Il Teramo esce sconfitto dalla sfida del "Viviani", contro la nuova capolista, Potenza. Ai padroni di casa è bastato il gol di Longo al 92' per prendersi i tre punti, a discapito dei biancorossi che, comunque, hanno giocato una buona gara, severamente puniti dall'unica vera distrazione della propria partita.

Il Teramo, nei primi minuti di gioco, si riversa subito in avanti e già al 2' ci prova con Florio che, in area, tenta la conclusione ma il pallone viene ribattuto dalla difesa di casa. I Diavoli insistono e, un minuto dopo, sfiorano addirittura il vantaggio: Cross da calcio d'angolo di Costa Ferreira, colpo di testa di Ilari e sfera che, dopo aver sfiorato il palo, termina in out.
Al 5' sono ancora i biancorossi a creare un'azione pericolosa con la conclusione di Costa Ferreira che, però, esce di molto. All'ottavo minuto, poi, il Potenza decide di iniziare a farsi sentire e lo fa con la specialità della casa: un calcio di punizione di Emerson. Tomei è attento e neutralizza la minaccia con i pugni. Dopo il piazzato dei padroni di casa, la partita si addormenta e si risveglia per regalare nuove emozioni, soltanto al 30', quando Emerson (sempre lui, ndr), dai 25 metri, fa partire un bolide che sfiora l'incrocio dei pali.
Al minuto 36, invece, solo un super Tomei evita il gol dei locali. Il numero 1 biancorosso, infatti, è costretto a superarsi per bloccare il mancino di Vuletich e mantenere il risultato sullo 0-0.

La ripresa, oltre alla rete sul finire dell'incontro e alla girandola di cambi tra il 56' e il 79', non ha molto da segnalare, complice anche il forte caldo che, inevitabilmente, ha fatto scendere i ritmi di gioco.
Al 69' gli abruzzesi danno vita ad una bella azione manovrata con Mungo che serve il tiro di capitan Arrigoni dal limite, la palla è alta.
Il Potenza risponde al minuto 72 sempre con Emerson e sempre su punizione, ma senza successo.
Poi, quando la partita sembra essere indirizzata verso il pareggio a reti bianche, ecco che al 92' arriva la rete dei padroni di casa: Giosa vede l'inserimento di Longo e, con una verticalizzazione, lo serve. Destro del giocatore numero 29 e palla che supera Tomei per terminare in fondo al sacco.

POTENZA (3-4-3): 1 Ioime, 15 Sales, 14 Giosa, 25 Emerson; 2 Viteritti (59′ Ferri Marini), 5 Dettori, 10 Ricci (59′ Iuliano), 3 Panico; 19 Isgrò (64′ Longo), 8 Vuletich (64′ Murano), 13 Arcidiacono (59′ Coccia).
A disp.: 1 Breza, 6 Sepe, 21 Nembot, 23 Coppola, 26 Di Somma, 28 Silvestri, 30 Souarè. All.: Raffaele.

TERAMO (4-3-3): 1 Tomei (VK), 29 Cancellotti (K), 26 Piacentini, 18 Iotti, 3 Tentardini; 7 Costa Ferreira (66′ Santoro), 8 Arrigoni (K), 20 Ilari (79′ Lasik); 2 Florio (79′ Martignago), 24 Cianci (56′ Magnaghi), 11 Mungo.
A disp.: 22 Lewandowski, 19 Bombagi, 25 Birligea, 27 Di Matteo, 28 Viero. All.: Tedino.

Arbitro: Gianpiero Miele di Nola.
Assistenti: Micaroni di Chieti e Stringini di Avezzano.

Marcatori: 92′ Longo.
Ammoniti: Mungo (T), Viteritti (P), Sales (P), Emerson (P), Iotti (T).
Recupero: 0′pt, 4′st.

Commenta

Radiosanit

Oggi su R+News

Castrucci
Bulli e Belli 2019
Vaccino Antinfluenzale