Calcio. Serie C / Il Teramo stende l'Avellino all'ultimo respiro

SPORT / TERAMO Domenica 19 Gennaio 2020

Calcio. Serie C / Il Teramo stende l'Avellino all'ultimo respiro

Il Teramo batte l'Avellino (1-0, il risultato finale) e trova tre punti importantissimi per il morale e la classifica. I biancorossi hanno sicuramente meritato la vittoria, un trionfo che, in realtà, ad un certo punto dell'incontro, sembrava non dovesse più arrivare, anche a causa della grande prestazione tra i pali dell'ex Alessandro Tonti.

LA CRONACA DEL MATCH

La prima squadra a rendersi pericolosa è il Teramo con Santoro che, al 24', raccoglie il passaggio di Magnaghi al limite dell'area e prova il sinistro, trovando però la facile risposta di Tonti in tuffo. Al 26', poi, direttamente da calcio d'angolo, Bombagi cerca la porta, costringendo ancora una volta Tonti all'intervento in corner.

Passano soltanto tre minuti e arriva un'altra grande opportunità per i padroni di casa: sponda di Magnaghi a scavalcare la difesa per l'inserimento di Bombagi, tocco sotto del numero 19 teramano e palla provvidenzialmente “sporcata” dall'estremo difensore ospite oltre la linea di fondo.

Trascorrono i minuti ma i Diavoli continuano a spingere, costringendo l'Avellino a chiudersi nella propria trequarti. Al minuto 35, infatti, ecco arrivare la quarta azione pericolosa dei locali. Tentardini, dalla metà campo sinistra, serve al centro un assist perfetto per la testa di Magnaghi che, a sua volta, scarica subito sul destro di Bombagi ma Tonti è concentrato e neutralizza la minaccia. Gli abruzzesi non demordono, mantenendo il possesso palla e, quando arriva il 39', sfiorano nuovamente il vantaggio con Magnaghi che però, a tu per tu con il solito Tonti, si lascia ipnotizzare proprio dal numero 1 campano. 

La ripresa si apre all'ottavo con Tomei costretto ad utilizzare i pugni per respingere la punizione dalla destra di Micovschi. Al 18', la risposta teramana è affidata ai piedi di Bombagi che, su punizione, centra la traversa  dai 25 metri. Quando il cronometro segna il 23', poi, Cancellotti pennella dalla destra un assist al bacio per Magnaghi che, in area e disturbato da un diifensore avversario, riesce comunque a calciare al volo, sbattendo per l'ennesima volta su Tonti. Il Teramo ha l'occasione più ghiotta per sbloccare il punteggio al 26', quando Bombagi, ricevuta palla da Arrigoni, viene trattenuto e buttato a terra in piena area. Per il signor Tremolada di Monza è calcio di rigore. Dagli undici metri, parte lo stesso Bombagi che si fa parare il tiro da uno strepitoso Tonti. Il Teramo accusa il colpo e al 32', solo grazie ad un bell'intervento di Tomei, evita lo svantaggio sulla punizione dai 30 metri dell'ex Di Paolantonio.

Il match si addormenta fino al 46', minuto nel quale Costa Ferreira batte un angolo perfetto per l'inserimento di Bombagi che, da due passi, scaraventa con forza il pallone della vittoria finale.

TERAMO (4-3-1-2): 1 Tomei, 29 Cancellotti (VK), 4 Cristini, 5 Soprano, 3 Tentardini; 21 Santoro, 8 Arrigoni (K), 20 Ilari; 7 Costa Ferreira; 19 Bombagi, 9 Magnaghi.

A disp.: 12 Valentini, 22 Lewandowski, 2 Florio, 10 Martignago, 14 Minelli, 18 Iotti, 23 Cappa, 24 Fiore, 25 Birligea, 26 Piacentini.

All.: Tedino.

AVELLINO (3-5-1-1): 1 Tonti, 20 Illanes, 5 Morero (K), 13 Bertolo; 2 Celjak, 23 Laezza, 7 Di Paolantonio (VK), 28 Evangelista, 18 Parisi; 19 Micovschi; 21 Alfageme.

A disp.: 12 Pizzella, 6 Zullo, 8 Rossetti, 11 Albadoro, 15 Njie, 24 Carbonelli, 32 Acampora, 24 Russo.

All.: Padovano.

Commenta

Oggi su R+News

Podere Marcanto
Castrucci
Radiosanit