D’Alberto e Filipponi scrivono a Decaro per chiedere di tutelare le attività economiche del territorio

POLITICA / TERAMO Giovedì 26 Marzo 2020

D’Alberto e Filipponi scrivono a Decaro per chiedere di tutelare  le attività economiche del territorio

Il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto e l'assessore comunale alle attività produttive, Antonio Filipponi, hanno inviato oggi una lettera alla Presidente nazionale dell'Anci, Antonio Decaro, sollecitando l’interessamento dello stesso presso le massime istituzioni nazionali, per promuovere l'adozione di provvedimenti a tutela del tessuto economico del territorio, dettati dall’esigenza di contemperare le misure restrittive adottate per contrastare la diffusione del Coronavirus.
I due amministratori elencano interventi concreti quali:
• congelamento di tutte le tipologie di pagamento nei confronti degli istituti di
credito;
• congelamento di tutte le tipologie di transazione economica, relative alle attività
chiuse dai decreti che si sono succeduti;
• sospensione di tutte le possibili segnalazioni bancarie, alla centrale rischi della Banca D'Italia e al Crif, per gli eventuali insoluti dei mutui, nonché al blocco dei protesti delle scadenze e/o dei titoli di pagamento già emessi dalle aziende nei confronti dei propri fornitori.

D‘Alberto e Filipponi si dichiarano “portavoci delle centinaia di sollecitazioni provenienti dalle realtà commerciali locali e dalle Associazioni di Categoria”, facendosi interpreti di richieste necessarie a “fronteggiare al meglio il futuro prossimo delle attività coinvolte e, di riflesso, delle tante famiglie che trovano in esse sostentamento economico”.

I due amministratori teramani sollecitano peraltro l’adeguata urgenza “visto l’approssimarsi di scadenze di varia natura”.

Commenta

Oggi su R+News

Radiosanit
Castrucci
Podere Marcanto
Rasicci Studio Odontoiatrico