TERAMO Lunedì 13 Maggio 2019

Da Roseto al Santuario della Madonna di Medjugorje in bici senza assistenza

Da Roseto al Santuario della Madonna di Medjugorje in bici senza assistenza

Questa mattina l’assessore all’Ambiente Nicola Petrini ha portato il saluto dell’amministrazione comunale a due cittadini rosetani che hanno deciso di percorrere in bici un viaggio senza assistenza al seguito fino al santuario della Madonna di Medjugorje in Bosnia Erzegovina. Un‘esperienza che si ripete per i due ciclisti rosetani Roberto Di Paolo e Luisito Di Battista visto che già negli anni passati i due, con un terzo compagno di viaggio, raggiunserosempre in bici la vetta del Vulcano Etna (nel 2016), poi l’Oktoberfest di Monaco di Baviera (nel 2017) e infine hanno compiuto il giro della Sardegna lo scorso anno. Il giro di quest’anno si svolgerà in cinque tappe di oltre 1000 chilometri con un dislivello che supera gli 8mila metri. Le tappe sono così ripartite:

Roseto/ Rimini 234 Km

Rimini/ San Dona di Piave 247 km

San Dona di Piave/ Rijeka 195 km

Rijeka/ Gracac 192 km

Graca/ Medjugorje Mostar 242 km

Il giro è patrocinato dal Comune di Roseto e così l’assessore Petrini, da sempre attivo promotore della mobilità sostenibile, ha voluto dare il suo saluto e l’incoraggiamento dell’amministrazione ai due atleti partiti questa mattina da piazza della Repubblica sotto il Comune per una tappa preliminare da Roseto al Santuario di San Gabriele di Isola del Gran Sasso e ritorno per omaggiare il Santo e dove i padri passionisti daranno la loro benedizione per la buona riuscita del viaggio che comincerà da domani. In bocca al lupo dunque ai due “Iron man” per questa nuova avventura all’insegna dell’agonismo estremo “on the road”. Madrina dell’iniziativa è Gabriella D’Eugenio, mentre lo sponsor è Iachini Pasquale della ditta Rodas. 


Commenta la notizia


Oggi su R+News

Teramo, Province of Teramo, Italy
Canon
R+Adv
Castrucci
Venerdì 13 Settembre 2019
Fino a martedì niente caccia in Abruzzo
Giovedì 12 Settembre 2019
Un rosetano vince il premio: Blablacar
Dolce Vita