Decreto terremoto. Il consigliere regionale Sandro Mariani plaude al ruolo propulsivo dei parlamentari abruzzesi

REGIONE ABRUZZO Mercoledì 23 Ottobre 2019

Decreto terremoto. Il consigliere regionale Sandro Mariani plaude al ruolo propulsivo dei parlamentari abruzzesi

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto per il terremoto del centro Italia che nel 2016-2017 ha colpito Abruzzo, Umbria, Marche e Lazio.  In questo decreto sono state inserite norme importanti sia per i cittadini sia per le imprese che per i Comuni delle zone terremotate. Il provvedimento stabilisce la proroga al 31 dicembre 2020 dello stato di emergenza con lo stanziamento di 725 milioni, divisi in 380 milioni per il 2019 e  345milioni per il 2020.

Voglio ringraziare i Parlamentari abruzzesi per il lavoro politico e il fondamentale ruolo propulsivo esercitato e riportare brevemente quanto previsto per le aree del cratere della nostra Regione.

Innanzitutto: le ritenute fiscali, i contributi previdenziali e assistenziali nonché i premi per l’assicurazione obbligatoria dei terremotati vengono abbattute del 60%. Il restante 40% potrà essere rateizzato in 10 anni.  Inoltre è prevista l'estensione della misura resto al sud alle zone del sisma: contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per attività imprenditoriali under 46. Il Decreto prevede anche contributi a fondo perduto in favore delle imprese agricole nei Comuni del cratere e l'accelerazione delle pratiche per la ricostruzione privata e pubblica attraverso autocertificazione con anticipazioni del 50% dei compensi dei professionisti.  Infine, una norma del Decreto è dedicata alla proroga dei mutui degli enti locali.

Le misure appena elencate, ora consegnate alla discussione parlamentare, manifestano la giusta sensibilità verso fasce della popolazione più bisognose di attenzione e da tempo in attesa di risposte concrete.


Sandro Mariani  

Capogruppo Abruzzo in Comune


Commenta

Radiosanit

Oggi su R+News

Vaccino Antinfluenzale
Principale
Podere Marcanto