Export abruzzese fermo, bene vino e mobili

REGIONE ABRUZZO Domenica 21 Luglio 2019

Export abruzzese fermo, bene vino e mobili

Sono scese dello 0,1% le esportazioni dei Distretti industriali abruzzesi nei primi tre mesi del 2019. È questo il quadro descritto dal Monitor dei distretti industriali dell'Abruzzo curato dalla Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo, secondo il quale, in regione, l'andamento dell'export nel periodo di riferimento è da considerare sostanzialmente stabile. Crescono tre distretti regionali su cinque: ottima performance per il mobilio (+9,7%), molto bene anche i vini di Montepulciano (+5,8%), stabile la pasta di Fara (+0,2%). In termini assoluti il distretto dei Vini di Montepulciano d'Abruzzo ha visto un aumento dell'export pari a 2,4 milioni. Dalla provincia di Chieti deriva l'80% dell'export del distretto, da Pescara il restante 20%. Le esportazioni sono cresciute in Germania, nel Regno Unito e in Francia. In controtendenza il comparto dell'abbigliamento (che subisce un crollo del 14,3% per il distretto nord-abruzzese e e del -6,9% per il distretto sud-abruzzese).

A contribuire positivamente all'andamento delle esportazioni dei distretti abruzzesi sono stati i mercati maturi (+2,1%), mentre sono calati i mercati emergenti (-6,4%). In forte crescita Svizzera e Canada, molto bene anche Francia e Regno Unito. Riduzione dei flussi, invece, verso Serbia e Russia.Nel periodo gennaio-marzo 2019 anche le esportazioni del polo Ict dell'Aquila sono diminuite dell'8,9%. Un andamento condizionato dai flussi verso gli Stati Uniti (il principale mercato di sbocco che da solo assorbe circa l'87% delle esportazioni totali) che ha fatto registrare una riduzione del 17,1% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Radiosanit

Commenta

Oggi su R+News

R+Adv
Canon
Podere Marcanto
Vaccino Antinfluenzale
Principale