Guizzetti invita il centrosinistra teramano ad un esame di coscienza

/ TERAMO Sabato 11 Gennaio 2020

Guizzetti invita il centrosinistra teramano ad un esame di coscienza “È arrivato il momento per il centrosinistra provinciale, diviso da troppo tempo ed uscito sconfitto nelle ultime tornate elettorali a tutti i livelli, eccetto in qualche isolata occasione, di fare un serio “esame di coscienza” al suo interno e tornare a ragionare nell’ottica del bene del territorio lasciando da parte le faide interne nei partiti, le divisioni tra nuove e vecchie generazioni e le ripicche che hanno purtroppo portato la destra ad avanzare ed in molti territori a governare. Ora non ha infatti senso rivangare il passato, conta solo lavorare, tutti assieme, e tornare a sedersi attorno ad un tavolo per programmare, un nuovo ed ambizioso futuro del centrosinistra e soprattutto per i cittadini”. A dichiararlo in una nota è il consigliere comunale di Montorio Andrea Guizzetti, rappresentante del centrosinistra ed ex segretario del circolo conunale del PD.
“Ora più che mai c’è la necessità di lavorare insieme per arginare le difficoltà che il tessuto sociale ed economico provinciale, i cittadini stessi, stanno vivendo, in un’ ottica di rivalsa del territorio, lanciando una decisa sfida su base programmatica seria per il futuro, con un attenzione particolare allo spopolamento inesorabile che colpisce l’entroterra, parte del territorio più disagiata ed in difficoltà su base provinciale. C’è la necessità di un cambio di passo e dell’apertura di una nuova fase, ce lo chiedono i cittadini, non solo coloro che si riconoscono nell’area di centrosinistra, progressista e riformista, ma in modo particolare tutti coloro, e sono una grande maggioranza, che non si sentono rappresentati da nessuna delle forze politiche di centrodestra” prosegue il consiglieri Andrea Guizzetti.

“Per il bene di tutta la comunità occorre un serio, costruttivo e leale confronto, lo si faccia partendo dall’imminente congresso provinciale del Partito Democratico, concentrandosi sui temi, con il coinvolgimento diretto della cittadinanza, delle associazioni e delle organizzazioni territoriali di ogni genere. Lo si faccia con coraggio, con un forte segno di discontinuità, anche nella scelta dei consigli di  amministrazione delle società pubbliche e partecipate, partendo dal Ruzzo, e sono d’accordo con il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, aprendo una nuova fase, contraddistinta da un reale cambiamento, sia nel metodo di scelta dei consigli di amministrazione, che nella gestione delle società, a tutela dei cittadini, in modo chiaro e trasparente. Come sempre, da Montorio siamo pronti a dare il nostro concreto e propositivo contributo” conclude la nota il consigliere comunale di Montorio Andrea Guizzetti

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
La sirenetta
Mincarelli
Radiosanit