Il fumetto dell’anno è Leone, di Di Giandomenico e Colafella

CULTURA / NAZIONALE Mercoledì 01 Luglio 2020

Il fumetto dell’anno è Leone, di Di Giandomenico e Colafella

È “Leone, appunti di una vita” ad aggiudicarsi il premio del pubblico. L’opera di Carmine Di Giandomenico e Francesco Colafella ha conquistato il popolo del web che lo ha votato come miglior fumetto del 2019, nell’ambito del riconoscimento “Il fumetto nella gerla”, indetto dal Festival del fumetto Nuvole a Montereggio.

La storia vera di Leone, del suo viaggio di inizio secolo dall’Italia verso il sogno americano, con una tromba e la speranza di riscatto, fino al suo ritorno, per combattere le ingiustizie del nazismo. Una biografia che diventa, nelle pagine del fumetto, un lungo e appassionante assolo jazz, tra le melodie di un amore e il ritmo sincopato degli spari della guerra.

I due autori abruzzesi si sono cimentati infatti in una narrazionetanto sperimentale quanto consapevole nelle emozioni e i sentimenti raccontati: Leone è infatti la storia della vita del bisnonno di Francesco Colafella, idea nata a partire da una lettera ritrovata a casa della madre, nella quale comincia a fare accenno alla sua vita incredibile. Quindi ha coinvolto l’amico e mentore Carmine Di Giandomenico, già star internazionale del fumetto, e insieme hanno ricostruito la vicenda, una storia che affonda le proprie radici tra i ricordi e i rimpianti, tra l’amore per la propria terra, un Abruzzo quasi abbagliante nella sua rappresentazione, e la vertigini della Grande Mela, in mezzo alle scelte ineluttabili poste dalla vita.

L’opera, edita da Shockdown, contiene all’interno numerosi omaggi da parte di fumettisti italiani, invitati a questa jam sessionjazz: tra questi Tanino Liberatore, un vero e proprio gigante, autore dell’evocativa copertina.

Leone ha preceduto Momenti straordinari con applausi finti, di Gipi e La scuola di pizze in faccia del Dottor Calcare di Zerocalcare, conquistando la cima la seconda settimana di votazioni, per non lasciarla più fino alla fine.

I due autori saranno premiati nel corso del Festival nuvole a Montereggio 2020 + 1, che si terrà l’anno prossimo: in tale occasione sarà approntato un evento speciale nel quale racconteranno la genesi dell’opera, le fonti, il materiale e soprattutto tutta la musica di cui è intessuto il libro. Un appuntamento unico e imperdibile.

Commenta

Oggi su R+News

Rasicci Studio Odontoiatrico
La sirenetta
Tarquini
Radiosanit