In arrivo duecento migranti. La Regione: «Siamo contrari»

/ - Venerdì 31 Luglio 2020

 In arrivo duecento migranti. La Regione: «Siamo contrari»

In arrivo altri 200 migranti in Abruzzo: cinquanta ogni provincia. I Comuni interessati ad ospitare nella provincia dell'Aquila saranno: Canistro, dieci persone, venti a Civita d'Antino, i restanti a Pettino. Nella provincia di Pescara verranno mandati tutti a Moscufo; in quella di Chieti a Gissi ed a Civitella del Tronto nel teramano.

La Prefettura dell'Aquila, dove ieri pomeriggio si è tenuto un vertice, dice di non sapere quando i migranti arriveranno, ma che stanno organizzando la ripartizione in alcuni centri di accoglienza. La Regione Abruzzo dice «no» a rendere disponibili strutture per ospitare migranti da mettere in quarantena. Nella riunione su questo tema, il presidente della regione Marco Marsilio ha già fatto sapere la risposta, tramite l'assessore Piero Fioretti che ha partecipato al suo posto, esprimendo il più totale dissenso in merito all'arrivo in Abruzzo di 200 migranti. Ribadendo, per di più, che andranno obbligatoriamente accolti e trattati in logica covid-19, con ogni restrizione e precauzione del caso, a tutela dei cittadini abruzzesi anche sula scia di quanto accaduto a Pettorano sul Gizio che per il governatore è infatti emblematico. «Migranti trasferiti senza avvisare la regione», scrive in una nota, e dei quali si è saputo solo attraverso la Asl.

I comuni interessati dal Provvedimento Ministeriale sono:  Canistro n.10 unità, Civita d'Antino n.20 unità,  Pettino (Aq) n.20 unità, Moscufo n.50 unità, Gissi n.50 unità, Civitella del Tronto n.50 unità.
La lega Abruzzo monitorerà scrupolosamente l'arrivo e gli spostamenti sul territorio regionale, supportando i comuni interessati, a salvaguardia dei diritti degli abruzzesi seppur nel pieno rispetto dei migranti ospitati."

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Mincarelli
Rasicci Studio Odontoiatrico
Tarquini