R+ REGIONE ABRUZZO

Jova Beach a Vasto: Jovanotti, ha vinto il fronte del no. Si cerca nuova location, forse a Pescara Screening

REGIONE ABRUZZO Sabato 10 Agosto 2019

Jova Beach a Vasto: Jovanotti, ha vinto il fronte del no. Si cerca nuova location, forse a Pescara

"Ho appena saputo che Jova Beach Party a Vasto (Chieti) non ci sarà. La ragione è intessuta nelle dinamiche assurde che hanno trasformato un'occasione di festa, gioia ed opportunità di sviluppo di un territorio in scontro di forze locali in 'bagarre'. Chi alla fine ha 'vinto' ottenendo la cancellazione combatte una sua personale battaglia politica locale in affannosa ricerca di visibilità a buon mercato che evidentemente una cosa grande e bella come Jova Beach Party offre". Lo scrive su Facebook Jovanotti dopo la decisione della Prefettura di Chieti di cancellare la tappa di Vasto prevista per il 17 agosto. "A Vasto non lo potremo fare - scrive l'artista in un post su Facebook, rilanciato anche su Twitter e Instagram - A Vasto ha vinto il fronte del 'no', quello di cui l'Italia è pervasa".

"Non immaginavo una evoluzione del genere: sono esterrefatto perché il comitato di questa mattina è stata più una requisitoria del Prefetto e del comandante dei Carabinieri su una questione di cui si occuperà ora la magistratura". Lo ha detto l'amministratore delegato della Trident la società che gestisce l'evento, Maurizio Salvadori.
    L'organizzatore da trent'anni dei concerti di Jovanotti appena uscito dal comitato per la sicurezza che si è svolto in prefettura a Chieti ha così commentato l'annullamento del concerto di Jovanotti a Vasto: "Gli argomenti all'ordine del giorno sono stati l'analisi della Commissione di Vigilanza che ha ritenuto non idonea la documentazione presentata; è evidente che qualcosa non quadra. Si è parlato poi della data del 17 agosto considerata non idonea per il concerto perche' coincidente con il periodo di ferie e di vacanze - ha esordito Salvadori - Fa sorridere ora la totale mancanza di collaborazione tra i vari enti che sapevano già dal mese di dicembre di questa data scelta per il concerto".
    "Sono deluso e sorpreso - ha proseguito Salvadori -: è stata una riunione più politica che strategica dove ho assistito a molte chiacchiere e pochi fatti. È chiaro che ho interloquito con persone che non hanno mai visto concerti di questo livello.
    Bisognava verificare prima le condizioni di idoneità e non arrivare alla data del 17 agosto" precisa l'amministratore delegato della Trident.
    E sempre Maurizio Salvadori fa sapere che Jovanotti ha presa molto male la notizia dell'annullamento del concerto. Ci sì chiede ora che fine faranno i 30.000 biglietti acquistati dai fan e se verranno rimborsati.

Commenta la notizia

Sagra della Porchetta

Oggi su R+News

R+Adv
Scrigno del Mare
Dolce Vita