img

TERAMO Sabato 01 Giugno 2019

L’Orchestra Sinfonica del ‘G.Braga’ di Teramo con il Maestro Luigi Piovano


“Credo che i docenti del ‘Braga’ abbiano fatto un lavoro eccellente con i propri studenti, tra i quali ho trovato un livello di preparazione eccezionale, raro in Italia. È straordinario l’entusiasmo riscontrato negli allievi, che testimoniano i talenti che ci sono nel nostro Paese. Lavorare con i giovani è stimolante ed è compito nostro, in qualità di artisti internazionali, creare le condizioni per far conoscere le giovani generazioni, offrire loro la possibilità di emergere”. Sono le parole con cui il maestro Luigi Piovano ha aperto il Concerto dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Statale di Musica ‘G.Braga’, da lui diretto nel Duomo di Teramo, e promosso, nell’ambito delle celebrazioni per i 124 anni del ‘Braga’, in collaborazione con l’Ufficio Pastorale Universitario, diretto da Don Marcello. Un Concerto che ha riscosso applausi a scena aperta da parte delle centinaia di persone presenti, tra cui il Presidente del Conservatorio ‘Braga’ Lino Befacchia, il Direttore Federico Paci, il corpo docente, l’Arcivescovo di Teramo, Monsignor Antonio Leuzzi e Daniela Tondini, in rappresentanza dell’Università di Teramo.

“Obiettivo della collaborazione instaurata tra l’Università di Teramo, l’Ufficio Pastorale e il ‘Braga’ – ha spiegato Don Marcello – è quello di avvicinare mondi diversi che, ugualmente, vedono coinvolti i giovani, e dare loro modo di conoscere veri talenti”. “Oggi la Cattedrale – ha sottolineato Monsignor Leuzzi – ospita un nuovo evento musicale che ispira e rimanda alla riflessione, che manca nel nostro vivere quotidiano. E con l’invito a pensare, a meditare, a riflettere su quanto accade intorno a noi, formulo anche un ‘in bocca al lupo’ a tutti i giovani che si stanno preparando ad affrontare gli esami di fine anno accademico”. “Quando ho assunto la guida del ‘Braga’ – ha ricordato il Presidente Befacchia nel proprio saluto – ho annunciato che avremmo attraversato il mare tempestoso per approdare, presto, in darsena. Oggi, dopo sette mesi, ammetto che la nostra nave è ancora in movimento, ma non dispero di arrivare in fondo alla traversata, innanzitutto perché il Conservatorio ‘Braga’ è l’Istituzione del fare, e il Concerto in Duomo è solo un esempio di quanto i nostri ragazzi sanno e possono fare. A partire dalla collaborazione con l’Università di Teramo, anch’essa un’eccellenza. Vorrei però che la città conoscesse di più i nostri studenti che sono capaci di attività prodigiose sotto la direzione di maestri di fama internazionale. I nostri concerti sono omaggi alla città e vorremmo che fossero apprezzati”. “Il cammino sin qui percorso è stato lungo, ma le collaborazioni strette negli ultimi anni testimoniano il risultato – ha aggiunto il Direttore Paci -. Nel 2014 il Maestro Luigi Piovano venne a Teramo a dirigere un’Orchestra che però non c’era. Dopo quattro anni di duro lavoro, abbiamo un’Orchestra di primissimo livello, di altissima professionalità che ci permette di aspirare a ospitare maestri di rilievo internazionale e per questo abbiamo rivoluto la presenza del maestro Piovano che ha potuto verificare con i propri occhi la trasformazione della nostra Istituzione”. Quindi spazio alla musica con l’Orchestra che ha eseguito l’Ouverture Coriolano in do Minore Opera 62 e la Sinfonia numero 5 in la Minore, entrambi di Ludwig Van Beethoven, sotto la sapiente direzione del Maestro Luigi Piovano.

Oggi su R+News


Live R+News 116HD

Loading...
Canon
R+Adv
Principale
Bulli e Belli 2019 Sabato 22 Giugno 2019
Gran Sasso, arriva Conte a Teramo