La fusione tra la camera di commercio di Teramo e L'Aquila si farà

POLITICA / TERAMO Giovedì 25 Giugno 2020

La fusione tra la camera di commercio di Teramo e L'Aquila si farà

La fusione tra la camera di commercio di Teramo e quella dell'Aquila si farà. Lo ha deciso la Suprema Corte che ha esaminato, nella camera di consiglio del 23 giugno, le questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Tribunale amministrativo regionale del Lazio sulla legge delega e sul decreto legislativo di riordino delle Camere di commercio.

La Corte costituzionale ha ritenuto che non vi sia stata una violazione del principio di leale collaborazione tra Stato e Regioni dopo le varie nterlocuzioni che il Governo ha avuto con le autonomie regionali. La sentenza sarà depositata nelle prossime settimane.

La Camera di Teramo era fra le 18 che hanno fatto ricorso per bloccare la fusione. Fusione, con l'ente camerale aquilano, votata a novembre 2016 dai due consigli che istituirono la Camera di commercio del Gran Sasso. Il Tar si dovrebbe riunire il 1° luglio per decidere nel merito.

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Radiosanit
La sirenetta
Tarquini