La Lega risponde a Filipponi: restiamo basiti dalle sue parole

POLITICA / TERAMO Sabato 16 Maggio 2020

La Lega risponde a Filipponi: restiamo basiti dalle sue parole

Il gruppo Consigliare al Comune di Teramo della Lega non può che rimanere basito della risposta del Assessore Filipponi.
Per prima cosa dobbiamo segnalare come la nostra proposta era assolutamente in linea e migliorativa dei propositi dell’ Amministrazione Comunale, da cui ci differenzia una conoscenza diversa delle regole amministrative. Infatti quando lo stesso Assessore afferma di voler prolungare fino a dicembre le modalità previste dal regolamento comunale di occupazione breve,  commette un autogol clamoroso, ricordandoci lui stesso l’esistenza e la validità del regolamento stesso approvato in Consiglio Comunale che può essere modificato solo con un atto approvato dallo stesso Consiglio e non dalla Giunta.

E’ così sicuro il nostro Assessore che la Giunta possa raddoppiare le metrature di occupazioni massime previste dal regolamento approvato in Consiglio Comunale ?
In merito alla fideiussione probabilmente non ha compreso la nostra proposta in quanto noi affermiamo che sia per l’ampliamento delle metrature delle occupazioni esistenti che per le nuove autorizzazioni non si debba far sostenere nessun costo per le fideiussioni oltre che esentare totalmente gli esercenti dal pagamento della tariffa sui rifiuti per il periodo di validità del provvedimento!

Altro aspetto riguarda il concetto di sospensione delle regole previste dal regolamento esistente da votare in Consiglio Comunale. Forse l’Assessore fa finta di non capire che eravamo talmente propositivi che con la sospensione del regolamento si da la possibilità  alla Giunta Comunale di “gestire” questa fase transitoria, stabilendo Lei stessa delle regole provvisorie, potendo così autorizzare anche quelle attività che ad oggi il regolamento comunale non permette di autorizzare. Se fosse stato più attento ci avrebbe ringraziato !

Inoltre, dobbiamo ricordare  che altri comuni limitrofi, tipo Ascoli, hanno ghà preso provvedimenti analoghi. Per cui invitiamo questa Amministrazione ad agire celermente perché le attività non hanno più tempo e ci preme segnalare che forse l’emergenza sanitaria terminerà tra sei mesi ma l’emergenza economica non finirà neanche nel 2021 ecco il perchè della nostra proposta !
Aggiungiamo che se il problema di questa Amministrazione è solo quello di mettere il classico “cappello” su questo tema se non raccoglie i nostri suggerimenti si potrebbe trasformare in un macigno per le problematiche delle “nostre” attività !
Infine sul tentativo da parte dell’Assessore di buttarla in casciara polemizzando con la regione per rispetto delle problematiche reali dei commercianti, non rispondiamo!



                                                                       Il capogruppo                             Il Consigliere Comunale
                                                                  Domenico Sbraccia                                 Ivan Verzilli

Commenta

Oggi su R+News

Podere Marcanto
campagna covid
Rasicci Studio Odontoiatrico
Castrucci