Nasce un progetto per le donne che parte da Roseto

/ - Venerdì 31 Luglio 2020

Nasce un progetto per le donne che parte da Roseto

Ieri a Roseto degli Abruzzi un gruppo di donne ha presentato all’Assessore Regionale al Lavoro e alle Politiche Sociali Piero Fioretti un interessante progetto contro la violenza sulle donne. Il progetto nasce dall’idea della scrittrice rosetana Andreina Moretti, da sempre impegnata a contrastare qualsiasi forma di violenza, che, al fine di promuovere e diffondere l’iniziativa, ha scritto un libro dal titolo “Nel guscio della noce”. L’incontro è propedeutico a coinvolgere l’assessorato regionale competente per un progetto di ampio respiro sociale, ma anche a predisporre un calendario di eventi teso a organizzare tavole rotonde, convegni, spettacoli nelle scuole, nei teatri, nelle piazze della regione Abruzzo, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul tema della violenza contro le donne, un tema di cui generalmente si evita di parlare.
All’incontro hanno preso parte l’Assessore regionale Piero Fioretti, la coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia Marilena Rossi, la Consigliera di Parità della Provincia di Teramo Monica Brandiferri  che ha scritto la prefazione del romanzo “Nel guscio della noce”, la scrittrice-autrice-regista Andreina Moretti, l’attrice-cantante e scrittrice Valeria Aloi, la pittrice Roberta Di Maurizio che ha realizzato un dipinto atto a divenire la copertina del libro, Monica Evangelista che ha curato l’editing del romanzo,  la signora Tiziana De Ruscio, donna vittima di violenza e presidente dell’associazione “Nastro Rosa” e la dott.ssa Fabiola Barnabei Psicologa-Psicoanalista.
“Quando la Consigliera di Parità Brandiferri – afferma l’Assessore Regionale Fioretti – mi ha contattato per espormi le linee guida del progetto, mi sono subito interessato e ho manifestato la mia totale disponibilità. E’ fondamentale che le istituzioni diano un contributo fattivo al fine della promozione di iniziative che mirano a contrastare e reprimere il fenomeno vergognoso della violenza contro le donne”.
“Ho aderito con entusiasmo e convinzione – afferma la Consigliera di Parità della Provincia di Teramo Monica Brandiferri – al progetto che mi ha proposto Andreina Moretti. Sono da sempre vicina alle donne vittime di violenza e sono sicura che con questo progetto riusciremo a raggiungere obiettivi importanti attraverso una proficua collaborazione tra istituzioni e associazioni che operano sul territorio”.
“La politica – afferma Marilena Rossi – non può restare in silenzio di fronte alla piaga della violenza contro le donne. Ogni giorno veniamo a conoscenza di episodi deplorevoli che non solo vanno a minare e danneggiare il fisico ma distruggono la dignità delle donne. Dobbiamo lavorare tutti insieme per sconfiggere questo fenomeno”.
“La violenza è entrata a fare parte della nostra quotidianità” ha asserito la scrittrice Andreina Moretti. “Io – continua la Moretti - non ho il potere di cambiare il mondo, ma voglio usare le mie poche risorse per migliorarlo. Il romanzo “Nel guscio della noce” nasce con un team di donne eccezionali, dinamiche e pronte a far udire la loro voce contro gli abusi”.

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Tarquini
Mincarelli
La sirenetta