Omicidio Manuel Spinelli: sit-in davanti alla Corte d'Appello dell'Aquila per chiedere giustizia e certezza della pena

ATTUALITA / L'AQUILA Martedì 17 Settembre 2019

Omicidio Manuel Spinelli: sit-in davanti alla Corte d'Appello dell'Aquila per chiedere giustizia e certezza della pena

Si svolgerà giovedì 19 settembre alle ore 9:00 il sit-in davanti alla sede della Corte d'Appello dell'Aquila dove si terrà l'udienza di Fitim Koldashi, autore dell'omicidio di Manuel Spinelli, il giovane originario di Martinsicuro ucciso a soli 22 anni con due coltellate il 20 giugno del 2017. 

Ad organizzarlo è il Coordinamento "Codice Rosso" che si batte contro la violenza di genere e come in questo caso per la pena certa.

Insieme ai genitori del giovane, Roberto e Cinzia ed alla moglie Manuela, diverse finora le associazioni di tutto il territorio nazionale che intendono esprimere la loro solidarietà alla famiglia richiedendo la certezza della pena per i reati più gravi.

"Manuel rappresenta i tanti, troppi giovani del nostro paese vittime di omicidio e di femminicidio", affermano Adele Di Rocco ed Elena Pesce del Coordinamento Codice Rosso "e per noi, ma soprattutto per tutti i familiari delle vittime, questo tipo di reato può essere punito unicamente con la condanna al massimo della pena, senza l'applicazione di sconti. Oggi siamo qui per esprimere solidarietà alla famiglia e per chiedere che la condanna in primo grado a 30 anni ed 8 mesi venga, come giusto, confermata".

Oltre al Codice Rosso, promotore dell'iniziativa, le associazioni finora aderenti in solidarietà alla famiglia di Manuel Spinelli e che richiedono la certezza della pena sono:

- Il Nastro Rosa

- Pescara nel cuore

- Io sono Giordana 

- SOStegno Donna Cisterna

- Anna Rosa una di noi

- Kathanè 

- Sassarè Lamè

- CII Comitato Immigrati in Italia

- #giustiziapermonia

- Insieme per Jennifer

Commenta

Oggi su R+News

Annunziata Scipione
Podere Marcanto
Vaccino Antinfluenzale
Castrucci