Pepe: Una risoluzione per il rigoroso controllo h 24 della qualità dell’aria e dell’inquinamento acustico

POLITICA / REGIONE ABRUZZO Venerdì 10 Gennaio 2020

Pepe: Una risoluzione per il rigoroso controllo h 24 della qualità dell’aria e dell’inquinamento acustico

Il Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, ha depositato ieri, presentandola al Presidente della II° Commissione permanente (Territorio, Ambiente e Infrastrutture), una risoluzione (ex articolo 158 del Regolamento interno dei Lavori del Consiglio Regionale) avente per oggetto “Misure urgenti a tutela della salute pubblica e a sostegno dell’economia locale a seguito del divieto di transito del viadotto del Cerrano autostrada A/14”.

Con questa risoluzione il Consiglio Regionale impegna il Presidente, Marco Marsilio, e la Giunta ad avviare, da subito, con l’Agenzia Regionale Per La Tutela dell’Ambiente (ARTA) un rigoroso controllo h 24 della qualità dell’aria e dell’inquinamento acustico, attraverso l’istallazione di specifiche centraline di monitoraggio, su tutto il territorio interessato dalla problematica e più nello specifico nei comuni di Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi e Città Sant’Angelo; a mettere in atto ogni azione utile al fine di ottenere dal concessionario autostradale un legittimo risarcimento per tutte le attività economiche e commerciali, che alla luce di quanto evidenziato, hanno subito palesi disagi e mancati guadagni; a richiedere ed ottenere dal concessionario autostradale il ripristino della rete viaria in quanto, a seguito del passaggio dei mezzi pesanti, la pavimentazione delle strade risulta notevolmente danneggiata; a riferire, ai sensi dell’articolo 137 del Regolamento interno dei Lavori del Consiglio Regionale, circa i provvedimenti adottati o che la Giunta regionale intende adottare nei confronti del concessionario autostradale e quali ulteriori iniziative si intende mettere in campo alla luce delle problematiche sopra evidenziate.

“Ormai, dopo l’adozione del decreto di sequestro preventivo del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino, che ha disposto appunto il sequestro delle barriere su 10 viadotti della A14 dalla mezzanotte del 4 ottobre 2019 e fino a nuova disposizione dell’autorità giudiziaria, ha disposto la chiusura della corsia di marcia e di quella di emergenza nel tratto autostradale A14 compreso tra il sud delle Marche e l’Abruzzo, la situazione è diventata insostenibile nel tratto che va appunto da Roseto degli Abruzzi fino a Città S. Angelo” sottolinea il Consigliere Regionale, Dino Pepe. “Ritengo sia necessaria una forte azione da parte dei vertici della Regione Abruzzo per tutelare la salute dei cittadini che risiedono in quei comuni e per garantire un legittimo e sacrosanto risarcimento per tutte le attività economiche e commerciali che stanno subendo enormi disagi. Ormai, a causa del traffico ai mezzi pesanti sul viadotto del Cerrano autostrada A/14, la pavimentazione delle strade risulta notevolmente danneggiata e non è corretto che debbano essere comuni e province a farsi carico del loro ripristino”.

“Urge – conclude il Consigliere del Pd – che la Giunta regionale ci dica che provvedimenti intende adottare, in ogni sede, per tutelare i diritti degli abruzzesi, vittime di una situazione a dir poco “grottesca” e di numerosi disagi a cui bisogna trovare finalmente una soluzione”.

Commenta

Oggi su R+News

Radiosanit
Tarquini
campagna covid
Mincarelli