Per paura del coronavirus, i cittadini si lasciano morire in casa

/ TERAMO Giovedì 26 Marzo 2020

Per paura del coronavirus, i cittadini si lasciano morire in casa

Per paura del coronavirus e di entrare in ospedale, i cittadini non chiamano più medici e operatori del 118. Per questo si lasciano morire a casa. E' il secondo caso in pochi giorni.
Questa mattina è deceduto un 52enne di Bellante  per infarto: aveva accusato dolori al torace da due giorni ma non aveva chiamato i soccorsi per paura del contagio da Covid 19. Cosa simile per un 62enne teramano qualche giorno prima.
A lanciare l’allarme sono stati oggi i medici della Centrale Operativia del 118 che invitano i cittadini a richiedere aiuto e a telefonare.

Commenta

Oggi su R+News

Podere Marcanto
Castrucci
Radiosanit
Rasicci Studio Odontoiatrico