Quaresimale e Mariani contro i pedaggi autostradali e le code per i cantieri

REGIONE ABRUZZO Martedì 05 Novembre 2019

Quaresimale e Mariani contro i pedaggi autostradali e le code per i cantieri

È stata depositata oggi in Consiglio Regionale la mozione a firma Sandro Mariani sulla riduzione dei pedaggi autostradali nei tratti della A14 soggetti a sequestro giudiziario. Il Capogruppo di Abruzzo in Comune, visti i disagi alla viabilità procurati dal sequestro preventivo di 10 viadotti tra il sud delle Marche e l'Abruzzo, ha posto all’attenzione del governo regionale sia la necessità di interloquire, per conoscere i tempi e i provvedimenti che si intendono adottare, con il concessionario Autostrade per l’Italia spa e il Ministero delle Infrastrutture, sia richiedere, sempre al concessionario, una riduzione del pedaggio autostradale in attesa che venga messa in sicurezza l’intera tratta.
“Nella maggior parte dei casi, sulla tratta abruzzese della A14 viaggiano persone che quotidianamente si recano sul posto di lavoro. La situazione venutasi a creare a causa del sequestro crea proprio a loro i disagi maggiori. Penso sia doveroso da parte della Regione chiedere una riduzione delle tariffe, per il periodo di durata del disservizio, e attivarsi per capire quali provvedimenti il concessionario intende adottare", dichiara il Consigliere Mariani.
“Il testo della mozione sarà inviato ai colleghi Consiglieri della Regione Marche in modo da condividere e dare più forza alla richiesta”, conclude Sandro Mariani.

Anche il capogruppo della Lega, Pietro Quaresimale si è espresso sul caso:  “Serve uno sforzo da parte del Governo e di tutti i parlamentari abruzzesi per riaprire immediatamente o comunque in tempi brevissimi i tratti autostradali abruzzesi alla piena e libera fruibilità degli automobilisti, fermo restando i necessari interventi per la sicurezza.  Fino a questi adempimenti – afferma il capogruppo della Lega – bisogna assolutamente ridurre il costo dei pedaggi autostradali posto che i tempi medi di percorrenza sono addirittura superiori alle strade statali e che gli abruzzesi non possono sostenere contemporaneamente disservizi così gravi ed oneri tanto alti per gli stessi pedaggi.”“Gli abruzzesi non ne possono più dei continui aumenti dei pedaggi autostradali e tantomeno delle lunghe code che si stanno registrando in questi giorni sia sulla A14 che sulla A24/A25 - aggiunge il capogruppo della Lega Abruzzo, Pietro Quaresimale - Questa mattina in Consiglio regionale abbiamo approvato una risoluzione a firma di tutto il centro-destra che impegna il Presidente della Giunta regionale ad attivarsi presso il Ministero dei Trasporti e gli organi comunitari competenti affinchè l'approvazione del P.E.F. (Piano Economico Finanziario) avvenga in tempi rapidi, cogliendo l'obiettivo di calmierare il sistema tariffario che prevede tariffe insostenibili per l'utenza. Inoltre- aggiunge Quaresimale- abbiamo chiesto a Marsilio di impegnare il Governo per l'adozione di un apposto provvedimento che preveda la copertura finanziaria per gli interventi previsti dal Piano di convalida e per affrontare definitivamente la questione relativa agli aumenti tariffari. I nostri cittadini meritano strade sicure ad un costo ragionevole, questa battaglia deve essere di tutte le forze politiche, come Lega Abruzzo faremo la nostra parte in Abruzzo e al Governo nazionale.”

Commenta

Radiosanit

Oggi su R+News

Vaccino Antinfluenzale
Bulli e Belli 2019
Podere Marcanto