Quasi 2,5 milioni di euro in corso di erogazione agli operai edili

/ TERAMO Lunedì 06 Aprile 2020

Quasi 2,5 milioni di euro in corso di erogazione agli operai edili

Con l’accordo nazionale del 23 marzo scorso, Ance e Sindacati Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil hanno stabilito di anticipare le prestazioni economiche a favore degli operai per dare sostegno al loro reddito e sospendere i versamenti delle imprese per fare fronte alla crisi determinata dall’epidemia Covid che ha bloccato la maggioranza dei cantieri.

“Più in particolare” - dichiara il Presidente Ing. Pasqualino Marano – “a favore dei lavoratori iscritti alla Cassa Edile della provincia di Teramo, sono stati disposti, in data odierna, n. 1430 bonifici, per un importo complessivo di 915 mila euro, a titolo di anzianità professionale edile maturata ed, entro la data del prossimo 20 aprile, saranno predisposti ulteriori 2500 bonifici a titolo di retribuzione per ferie, per un importo di 1.500.000 (un milione e cinquecentomila) euro. 

Marano aggiunge “che il predetto accordo prevede inoltre, la proroga, alla data del 31 maggio p,v., dei versamenti delle imprese verso la Casse Edile di Teramo per il periodo di competenza febbraio e marzo 2020 e che tale sospensione non sarà considerata ai fini della validità del Durc”. 

In merito alla fase 2, cosiddetta “della ripresa”, Marano auspica “che il governo nazionale, con la solidarietà dell’Europa e le risorse finanziarie della Cassa Depositi e Prestiti, disponga un piano “Marshall” per l’edilizia che garantisca soprattutto liquidità alle imprese nonché la proroga degli sgravi fiscali in materia di ecobonus e sismabonus fino al 2025, prevedendo, in linea con quanto affermato dal Ministro dell’economia Patuanelli, l’incremento di tali agevolazioni dall’85 al 100%”.

Auspica altresì che “il neo nominato Commissario Straordinario all’Ufficio della Ricostruzione, On. Giovanni Legnini, sappia operare per semplificare la normativa sisma e ridurre drasticamente il macigno della burocrazia in modo da garantire il rapido avvio dei 13.000 interventi di riparazione previsti”.

Marano conclude affermando che “solo dal settore edile può ripartire la ripresa, visto che esso coinvolge, direttamente o indirettamente, circa 30 settori industriali”.

La Cassa edile di Teramo, anche in queste settimane, ha assicurato ed assicurerà la regolare erogazione di tutti i servizi contrattuali.

Commenta

Oggi su R+News

campagna covid
Castrucci
Radiosanit
Rasicci Studio Odontoiatrico