Sanità, in forse i nuovi ospedali di Avezzano, Lanciano, Vasto e Penne

REGIONE ABRUZZO Giovedì 07 Novembre 2019

Sanità, in forse i nuovi ospedali di Avezzano, Lanciano, Vasto e Penne

In attesa di capire se Mef e Ministero della Salute concederanno un'ulteriore proroga all'Abruzzo per meglio dettagliare i due documenti presentati, ovvero le linee di indirizzo sulla nuova rete ospedaliera e il piano di rientro economico, nel corso dell'ultima seduta di consiglio regionale sono emerse tre questioni importanti sempre in tema di sanità: il sostanziale stop sui nuovi ospedali (Avezzano, Lanciano, Vasto, Penne); l'incertezza sull'abolizione del superticket sulle prescrizioni (istanza paralizzata al Ministero); l'impasse sulla stazione dell'elisoccorso di Pescara.
Per quanto concerne l'edilizia sanitaria, è stato l'ex assessore alla Sanità della giunta D'Alfonso, Silvio Paolucci, a incalzare l'attuale, Nicoletta Verì, sugli intenti dell'amministrazione sul maxi piano che era stato sostanziato nella delibera di giunta regionale 742 approvata a settembre dello scorso anno. Quel provvedimento prevedeva un programma di interventi articolato per un totale di 296 milioni circa, di cui 143 dall'ex articolo 20 e 142,5 dai possibili partner privati, con la formula del project financing, per il nuovo ospedale di Avezzano, la nuova riorganizzazione e costruzione degli ospedali di Sulmona, Lanciano e Vasto, la ristrutturazione di quello di Penne e la realizzazione della centrale operativa del 118. Un programma che era stato validato anche dal Ministero della Salute.

Commenta

Radiosanit

Oggi su R+News

Principale
Podere Marcanto
Castrucci