Teramo a Spicchi, Stirpe: “Inizio Difficile ma Stimolante”

SPORT / TERAMO Sabato 12 Settembre 2020

Teramo a Spicchi, Stirpe: “Inizio Difficile ma Stimolante”

Pubblicato il calendario della stagione 2020/21 della Serie B, gli allenatori e addetti ai lavori della Teramo a Spicchi iniziano ad avere una visione più ampia e completa della stagione che li attende. La formazione teramana sa ora di dover inaugurare questa fase della sua storia a Cividale del Friuli (sabato 14 novembre), che oltre a rappresentare la trasferta più lunga del campionato è anche una sfida contro una pretendente alla vittoria finale.

L’esordio in casa è invece previsto per domenica 22 novembre contro il Basket Mestre. Di seguito arriva il primo infrasettimanale della stagione, in programma mercoledì 25 novembre ad Ancona contro la squadra allenata da un grande ex della pallacanestro teramana come Stefano Rajola. Di nuovo in casa domenica 29 novembre per affrontare la Pallacanestro Vicenza, per poi muoversi verso il Veneto grazie alla trasferta a Padova, prevista per domenica 6 dicembre. Mercoledì 9 dicembre è invece previsto il derby casalingo contro la Pallacanestro Roseto (il ritorno è in programma mercoledì 3 marzo al PalaMaggetti), mentre l’altra sfida tutta teramana, quella contro la Giulia Basket Giulianova arriva pochi giorni dopo (sabato 12 dicembre al PalaCastrum), a completare una settimana di fuoco per la TaSp. Via via, le altre gare.

La Teramo a Spicchi prosegue intanto il suo lavoro di formazione del gruppo con determinazione e grande voglia, perché sa che ha davanti a sé una stagione impegnativa: “Analizzare il calendario è ad oggi complicato –commenta coach Simone Stirpe – perché si conoscono ancora poco le squadre. La cosa certa è che si giocherà a un ritmo serrato. Basti pensare che il girone di andata inizierà il 15 novembre e finirà a fine gennaio, con ben 4 turni infrasettimanali. Poi, se analizziamo il nostro campionato, va detto che avremo un inizio tosto perché da calendario affronteremo nelle prime 6 giornate 3 serie candidate alla vittoria finale del campionato, come Cividale, Ancona e Roseto. E’ vero che prima o poi le squadre bisogna affrontarle tutte le squadre ma bisogna dire che l’inizio è quindi difficile. Allo stesso tempo però è decisamente stimolante e ci spingerà ad allenarci con ancora più determinazione per farci trovare pronti all’avvio della stagione”.

Commenta

Oggi su R+News

La sirenetta
Tarquini
Rasicci Studio Odontoiatrico
Radiosanit