Teramo invase dall'arte firmata Cracking Art

/ - Mercoledì 29 Luglio 2020

Teramo invase dall'arte firmata  Cracking Art

Teramo è invasa da grandi animali. Uno scenario particolarmente d'effetto che animerà la città fino ad Ottobre e tutte le inziative di agosto volute dagli assessori: Antonio Filipponi ed Andrea Core che domani dettaglieranno il tutto durante una conferenza stampa all'Ipogeo con gli enti che hanno firmato un importante protocollo di intesa  come la Camera di Commercio, la Fondazione Tercas solo per citarne alcuni.

Sono 11 le installazioni tra centro storico e parco fluviale da ammirare. Si inizia con la notte dei saldi. Nell'intenzione dell'amministrazione c'è l'idea di riproporre ogni estate una serie di eventi di qualità che dovranno fare la differenza per rilanciare sempre di più una città che necessità di determinazione.

Si tratta di Animali grandi realizzati in plastica rigenerata. Lo scorso anno la città di San Benedetto del Tronto è stata invasa da trenta animali coloratissimi per il progetto di arte pubblica firmato Cracking Art. Un progetto di arte pubblica, Cracking Art en plein air, a cura di Stefano Papetti, Elisa Mori e Giorgia Berardinelli e presentato dall’Associazione culturale Verticale d’Arte in collaborazione con il Comune di San Benedetto del Tronto, che intendeva suscitare attraverso i pacifici animali del collettivo Cracking Art sentimenti quali la fiducia nell’altro e la tutela della collettività, nonché di tutte le tipicità paesaggistiche, naturalistiche e artistiche. Da oltre venticinque anni, Cracking Art crea animali in plastica per avvicinare il pubblico all’arte, portando avanti il motto “l’Arte rigenera l’Arte”. La bellezza e la forza dell’arte possono condurre alla salvaguardia dell’ambiente e del ricco patrimonio storico-artistico.

 

Commenta

Oggi su R+News

Tarquini
Radiosanit
La sirenetta
Mincarelli