UE: 4,6 mln di euro per lo sviluppo urbano sostenibile della città di Teramo

REGIONE ABRUZZO Lunedì 08 Luglio 2019

UE: 4,6 mln di euro per lo sviluppo urbano sostenibile della città di Teramo

Con la sottoscrizione della convenzione con l’Autorità di Gestione Unica del POR FESR-FSE Abruzzo, Emanuela Grimaldi, il Comune di Teramo è stato formalmente designato Organismo Intermedio al quale l’Autorità di Gestione Unica ha delegato le funzioni di selezione delle operazioni e di attuazione degli interventi previsti nella propria Strategia Urbana di Sviluppo Sostenibile. La Strategia è finanziata dal POR FESR Abruzzo 2014-2020 con 4.600.000,00 euro, ai quali si aggiungono 1.760.000,00 di risorse comunali. Del progetto si è direttamente interessata per il Comune di Teramo, in sintonia con le indicazioni del Sindaco Gianguido D’Alberto, l’assessore Stefania Di Padova.

Con queste risorse il Comune di Teramo installerà una rete di sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria; migliorerà i servizi di trasporto pubblico, con la realizzazione di “fermate “intelligenti” e l’acquisto di nuovi autobus a basse emissioni; favorirà la mobilità alternativa ,realizzando nuove piste ciclabili e stazioni con punti di ricarica e per le biciclette e le auto elettriche; avvierà un opera di riqualificazione funzionale del Teatro romano e di valorizzazione della relativa area archeologica.

Gli interventi programmati, complementari ad altri progetti che il Comune di Teramo sta realizzando, mirano a migliorare la vivibilità e la qualità della mobilità nella città di Teramo, in una logica strategica di Sviluppo Urbano Sostenibile, in coerenza con gli obiettivi strategici posti dall’Unione Europea. Essi rappresentano, inoltre, il quadro strategico entro il quale si colloca l’ulteriore strumento elaborato dal Comune di Teramo e dalle altre città capoluogo abruzzesi: il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS).

La sottoscrizione della convenzione con il Comune di Teramo chiude una complessa fase di confronto e di raccordo interistituzionale, che ha preso avvio nel 2017, fra le quattro città capoluogo abruzzesi e il Dipartimento della Presidenza e Rapporti con L’Europa, in particolare con il Servizio Autorità di Gestione Unica del POR FESR-FSE, programmazione e coordinamento Unitario diretto da Elena Sico. Al fine di agevolare le attività di competenza delle Autorità Urbane, la Regione ha approvato specifiche Linee guida per la elaborazione delle strategie urbane sostenibili; ha costituito un Gruppo di Lavoro a supporto delle città e ha messo a disposizione risorse dedicate (40.000,00 euro per città), come contributo per l’elaborazione dei PUMS.  

“E’ con grande soddisfazione che, in qualità di Autorità di Gestione Unica POR FESR-FSE, ho potuto sottoscrivere la convenzione per la delega delle funzioni di Organismo Intermedio al Comune di Teramo”, ha dichiarato Emanuela Grimaldi. “Con questo atto”, ha proseguito, “aggiungiamo un altro importante tassello al complesso mosaico dello Sviluppo Urbano Sostenibile delle quattro città capoluogo. Completiamo così una lunga e difficile prima fase di elaborazione strategica, procedurale e amministrativa che, solo grazie al quotidiano impegno di tutto il personale del Servizio al quale fa capo l’attuazione del POR FESR, ha consentito alla Regione Abruzzo di rispettare, al 31 dicembre 2018, i target fissati per l’Asse VII entro il quale si collocano le Strategie di Sviluppo Urbano Sostenibile. E’ necessario, in ogni caso – ha continuato la Dott.ssa Grimaldi, che i Comuni continuino a lavorare intensamente, in raccordo con la Regione. Dovranno produrre rendicontazioni tempestive e imprimere velocità all'azione amministrativa”.

Radiosanit

Commenta

Oggi su R+News

R+Adv
Canon
Vaccino Antinfluenzale
Tarquini
Principale