"Una domenica d'aprile", il romanzo di Capecelatro, al Fla, il Festival di libri e altre cose

PESCARA Mercoledì 06 Novembre 2019

GIOVEDI’ alle 19.00 a Pescara, all’interno del FLA (Festival di libri e altre cose)

“Una domenica d’aprile” di Giuliano Capecelatro, 

romanzo in bilico fra storia del calcio, politica e letteratura (e un po’ di filosofia).

Con Fabrizio Masciangioli,  giornalista

Sala Fucsia Circolo Aternino (Piazza Garibaldi, 51) 


“Bertucco, chi era costui?”. Un uomo di 60 anni, mentre si fa la barba un mattino, vede riemergere dalla memoria un nome dimenticato, che pian piano lo riporta a una domenica della sua infanzia. Quando il Napoli batté la Juventus all’ultimo minuto, quando il comandante Lauro distribuiva una scarpa prima delle elezioni e una dopo essere stato votato. Quando la vita era aperta e piena di stupore – e in lui sorgeva la prima domanda sull’andamento del tempo, e i suoi perché. Una domanda che ora si ripropone con forza quasi ossessiva, che lo porta a vivere una breve, intensa e ambigua relazione con la “Ragazza del tempo”, artigiana che aggiusta antichi orologi. E lo costringe a rivedere una per una le certezze, le pigrizie e le abitudini routinarie della sua vita, per trovarvi infine una risposta. Parziale, precaria e non definitiva, ma piena di possibilità.



Giuliano Capecelatro (Napoli, 1947), scrittore e giornalista, è stato inviato de L’Unità e ha girato il mondo; ha ambientato quasi tutti i suoi libri nella città in cui è nato, ma soltanto in questo primo romanzo si è concesso – con garbo e un misto di fiction e di cronaca – il lusso dell’autobiografia. Ha pubblicato con Il Saggiatore tre biografie romanzate: “Il sole nel labirinto” (su Raimondo de Sangro principe di Sansevero), “Tutti i miei peccati sono mortali” (su Caravaggio) e “Le Corna del Duca” (su Cesare della Valle, Duca di Ventignano). Con l’editore Iacobelli ha pubblicato “Passeggiate d’autore” (Roma attraverso le targhe di chi la visitò e/o ci visse).


Fabrizio Masciangioli è giornalista professionista dal 1979 e ha lavorato nella redazione Rai della TGR Abruzzo. Si è occupato prevalentemente d’informazione politica e di attività culturali collaborando anche con le testate nazionali. Per oltre dieci anni è stato consigliere nazionale della FNSI e dal 2007 al 2011 ha diretto il Master in giornalismo dell’Università di Teramo, riconosciuto dall’Ordine nazionale dei giornalisti. Dal 2012 è vicepresidente della Fondazione Luciano Russi. Ha collaborato per anni alla cattedra di Storia delle dottrine politiche nella facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Teramo pubblicando saggi e testi scientifici. Successivamente, sempre presso l’Ateneo teramano, ha insegnato Comunicazione politica e Storia del linguaggio politico.


Contatti stampa.

Nadia Tarantini

nadiatarantini@gmail.com  tel 3339076365


Commenta

Radiosanit

Oggi su R+News

Vaccino Antinfluenzale
Principale
Podere Marcanto