Undicimila sui banchi tra smartphone e rischio fake news

REGIONE ABRUZZO Mercoledì 19 Giugno 2019

 Undicimila sui banchi tra smartphone e rischio fake news

Oltre 11 mila giovani abruzzesi, per la precisione 11.069, inaugureranno la nuova èra della Maturità, quella che dice addio alla terza prova e che introduce la busta con l'argomento per il colloquio orale, bandendo la tesina. Per il momento oggi si resta sul classico, ovvero sulla tradizionale prova di Italiano. Sei ore di tempo per svolgere una delle sette tracce proposte. Spariscono articolo di giornale e saggio breve, restano l'analisi del testo, il testo argomentativo (novità 2019) e quello di ordine generale. A Chieti il maggior numero di maturandi: sono 3.297. Seguono Pescara con 3.040, L'Aquila con 2.461 e Teramo con 2.271. Al lavoro, in Abruzzo, 287 commissione che si sono insediate l'altro ieri. La pattuglia dei commissari sfiora le mille unità, 974 per la precisione.

«Vi esorto ad accogliere con entusiasmo e serenità queste nuove prove tenendo bene a mente che l'esame di Stato rappresenta la fine di un percorso di studi che tende a valorizzare le competenze acquisite da voi studenti in tutto il vostro cammino» ha detto il direttore generale dell'Ufficio Scolastico regionale, Antonella Tozza, nel suo messaggio augurale.
Skuola.net ha realizzato un monitoraggio per conto della Polizia postale. Un vademecum in cui si ricorda che usare lo smartphone durante le prove comporta la bocciatura. E anche che si rischia di incappare in fake news nella tradizionale caccia alla traccia. Su un campione di circa 3.000 studenti del quinto anno risulta che 1 su 6 crede di poter trovare su internet le tracce delle prove d'esame, mentre 1 su 5 è convinto che la Polizia controlli i telefonini degli studenti per scoprire chi sta copiando. L'opinione è naturalmente falsa, perché il controllo della rete non avviene con queste modalità. Per l'undicesimo anno consecutivo la Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il portale degli studenti Skuola.net, si appresta a lanciare la campagna di sensibilizzazione Maturità al sicuro, con l'obiettivo di debellare il fenomeno delle fake news, bufale e leggende metropolitane ed evitare che gli studenti, oltre a perdere tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della soffiata giusta.

Radiosanit

Commenta

Oggi su R+News

R+Adv
Canon
Vaccino Antinfluenzale
Castrucci
Principale